Shop Mobile More Submit  Join Login
×

Nella Boxe vince chi incassa più colpi… e nella vita?

<span class="">I can tell you that I created my own Facebook page!

www.facebook.com/EvanDeciren

</span>
With the arrival of Max Biaggi - SBK 2007 vertically, from the beginning of the new era Vertical Poster! Yes, because I will also posters in vertical format, same year, same driver, but in vertical format! Well inuteli say that it will take time ... XD.

Con l'arrivo di Max Biaggi - SBK 2007 in verticale, da inizio alla nuova era di poster Verticali! Si perchè farò anche i poster in formato Verticale, stesso anno, stesso pilota, ma in formato Verticale!! Beh inuteli dire...che ci vorrà tempo XD

evandeciren.deviantart.com/art…
Who wants to buy my posters?

Well! Who wants to buy my posters, now I can do it via my profile on REDBUBBLE! (www.redbubble.com/people/evand…)

A little at a time will be updated with all the posters you see here on DA
Puoi capire certe cose e continuare a capirne altre quando cadi… ma non capirai perché sei destinato a cadere, tanti fattori dicono solo che tu sei pronto a cadere e proprio quando pensi che niente ti potrà abbattere, trovi l'inferno pronto a bruciarti!

"Evan DeCiren"
  • Listening to: U2 - I Still Haven't Found What I'm Looking For
Egon: Ho dimenticato di dirvi una cosa.
Ray: Cosa Egon?
Egon: Non incrociate i flussi.
Ray: Perché Egon?
Egon: Sarebbe male.
Peter:  Egon...io trovo sempre qualche difficoltà nel distinguere il bene e il male... vorresti spiegarti meglio?
Egon:  Immagina che la vita così come la conosciamo cessi improvvisamente di esistere e che ogni elettrone del tuo corpo venga sparato lungo una direzione diversa nello spazio.
Peter : Ah. Ok questo é male.
  • Listening to: Iced Earth - Damien Anime
Non combattiamo affatto per morire,
semplicemente viviamo per compiere il nostro dovere… proteggere l'amore e la giustizia sulla terra.

Non combattiamo per morire,
ma per adempiere allo scopo della nostra esistenza.

Anche se lungo questo cammino talvolta capita di imbattersi nella morte o altro ancora…

…fino all'istante in cui avremo consumato la nostra vita.

Sion Cavaliere dell'Ariete
  • Listening to: Turbonegro - The Age Of Pamparius
  • Listening to: Europe - Cherokee
Il mio cuore ubriaco illude la mia mente la mia mente realistica rende cieco il mio cuore, non so più che cosa sia bene o male, odio o amore.
La mia fede è solo una piccola fiamma da alimentare.
  • Listening to: Shin Hokuto No Ken - Gackt Lu Na
QUANDO TUTTO DIVENTA DURO E DIFFICILE L'UNICO EROE CHE VIENE IN SOCCORSO SON IO.
L'EROE DI ME STESSO SONO.

NON SONO INREALISTA IO CHE FACCIO L'ANIMATORE IN 3D E MODELLIN DEVO COPIARE E VEDERE LA REALTÀ.
AMO RIPRODURLA, SE VIENE ESCO IN CERTI MOMENTI È PERCHÉ DEVO STACCARE LA SPINA E GODERE DELLA MIA FANTASIA.

HO GUARDATO LA MIA TRISTEZZA ALLO SPECCHIO E HO TROVATO UNO SGUARDO PIENO DI AMORE, PER TUTTI QUESTI ANNI MI SON CHIESTO COSA CI FOSSE NEL MIO SGUARDO.
  • Listening to: Before the Dawn - GUARDIAN
Guardo lo specchio e li vedo…
Sguardo vuoto e tormentato, non importa più cosa fissino o cosa pensino in questo momento, qualcosa mi dice che non reagiranno a niente.
Come un orologio fermatosi dopo un urto, il tempo per lui si è fermato, i miei occhi come la mente hanno subito quell'urto che mi ha stordito o meglio dire, anestetizzato.
Sono stordito? no no… da uno stordimento mi riprenderei, ma purtroppo non è così in questo momento qualsiasi botta che ricevo non mi fa niente, sento poco o niente, fisso il vuoto come una bambola di porcellana.
Cosa mi ha bloccato? Beh forse lo so cosa mi ha bloccato la stessa cosa che ho mandato giù e che ora la sto buttando fuori, forse mi sbaglio, ma ho fatto qualcosa di umano ma disumano per l'essere che sono. Tornare indietro non si può e se si potesse, so che rifarei la stessa cosa, allora non posso dare la colpa a quello che ho fatto. Dico questo perché ho accettato tutto, che lui rimanesse anche suo amico che lui fosse un amico come gli altri, l'ho fatto perché avevo paura di perderla e perché non avevo nessun'altra scelta, lei non è stata capace a definire le cose con lui, e io con la mia bontà non l'ho obbligata a farlo anche se ho sempre voluto farlo, che lei non lo sentisse più, so con certezza che non l'avrebbe mai fatto anzi avrei peggiorato la cosa, in questione ho le sue parole in mente che dicono: "se me lo vieterai lo potrei vedere di nascosto" (Sicuramente smentirebbe tutto) il ricordo viene sul treno di ritorno da Losanna quando ho confessato che lo avevo digerito e mi ha chiesto se potesse vederlo.
Ho perdonato il suo gesto, ho accettato che lui sia un suo amico pieno di problemi, ma ora io ho addosso una rabbia quasi incontenibile, quante paranoie quante paure quanti scomodi pensieri ho fatto uscire dalla mia mente! Sono stato io ha farmi l'anestesia per non più sentire il dolore! Nell'immaginarla con qualcuno che non fossi io!
Ora ci sono le ripercussioni sul nostro rapporto, un tempo tiravo fuori spesso l'accaduto, ma ora non lo faccio più perché come ho detto prima non sento più nulla, e così facendo ho congelato anche quello che provo per lei. Non prevedo più nulla. Come se non esistesse più nulla.
Sono passati mesi dal suo errore, ma la mia anestesia nasce da 3 mesi a questa parte su 9 mesi trascorsi con lei, ho passato parte dei miei pensieri a definirla una meretrice, brutto che io suo ragazzo possa pensare una cosa simile.
Mi accordo solo adesso, che alla fine ho fatto un atto di vero coraggio, ma solo ora veramente mi rendo conto come ho alleviato il dolore, l'offesa subita, ho fatto vacillare la mia mente e ho congelato quell'affetto che ora lei tanto reclama e che io ora non sento, ma quando lei soffre io non sento nulla, la guardo piangere, soffrire e strillare come se non mi importasse nulla. Le parole che mi escono sono "tranquilla tutto andrà bene, ma la mia mente sa benissimo che niente va bene, che gli sto mentendo è logico che non sarò neanche convincente" Ho sempre detto che si deve lottare in quel che si crede, ora non sento nulla tanto mento credo in qualcosa. Vorrei risentirla come un tempo e trovare un altro modo per i dolori che potrei sentire, anche se alcuni magari non sono veri dolori, offese piccole involontarie e che io non ho mai discusso con lei. (Mio più grande difetto)
Da tutto l'accaduto, da me ha preteso che migliorassi in certe cose, le battute con gli amici dove lei si sentiva offesa anche se la battuta era riferita a una mia amica o mio amico, ho rispettato tutto questo, l'ho sempre aiutata quando era giù di morale ascoltandola, cercando le parole,  ma non é mai stata cosa facile, è una ragazza difficile, diversa da ogni ragazza di questa terra per le sue mille cose fuori dal comune, ma anche nelle cose negative è così. Ho sempre aiuto amici e amiche trovando parole giuste ed esempi, ma con lei, nessun esempio mio di vita le va bene, i consigli che gli do non sono quelli che vorrebbe o desidera sentirsi dire. La mia testa poco a poco si è congelata nel limitarsi a dire le stesse cose arrivando ad ora che non dico praticamente nulla, aspettando che dica lei cosa vuole sentirsi dire, così automaticamente si riprende da sola e io mi becco "la scornata che non ho fatto niente" dirgli che dire qualcosa era inutile per lei equivale ed avere paura di lei e che devo parlare…e insistere si ora non lo fa più ma un tempo usava le mani per farmi capire che dicevo cose per lei senza senso… o ancora peggio perché insistevo, quando me lo chiedeva lei. Da MATTI! (In certi casi forse me le sono cercate e chi lo sa?Sicuramente non sono un santo).  C 'è stato chi mi ha consigliato il telefono azzurro. "Divertente"
Ora lei sta male, perché involontariamente reagisco come un agente chimico, la tratto male, e una cosa più forte di me, la cosa peggiore è che se dico qualcosa di grosso non mi rendo conto della gravità, me ne rendo conto solo perché la vedo piangere eppure lei è gentile e armoniosa, a parte quando entra in fase "stanchezza" Li sembra che entri a stretto contatto con la Furia di Honk Kong.
Non voglio sinceramente sentirmi in una latrina, che alla fine stando con la puzza uno non se ne accorge più. Vorrei fare qualcosa, per lei e per me, forse merita tutto questo, ma io non voglio essere nessun mezzo del Fato per insegnargli cosa sia il dolore, io che del suo dolore ne so qualcosa. Mi sento un mostro.
Ho provato ha lasciarla, più di una volta, ma non sono riuscito fino in fondo, lei ha voluto iniziare nuovamente dimenticando tutto, forse impossibile, ma averlo sentito dalla sue labbra sembrava una cosa facile. Mi chiedo se qualche volte si chiede come ho fatto a mandare giù il suo errore. Mi spiace dirlo ma non può paragonare il mio "non Ti AMO" detto due volte a due tradimenti.  
Desidero tanto condividere tante cose con lei, come fanno le belle copie ma temo purtroppo di non crederci più.
Ammetto che ho paura di sbagliare enormemente io con lei, è la prima relazione che ho e che duri così allungo, le altre anche se in una o due mi sono affezionato tutto il resto avventure, persone che si conoscono e che un giorno riporterò nei miei fumetti per i loro insegnamenti.
Credo di avergli dato tanto, e di averla viziato troppo.

2 .Settembre. 2007 Ritornato dalla festa di Sara e ascoltando i Linkin Park "Hybrid Theory"

12 Ottobre ...  LEI mi ha TRADITO con qualcuno che forse neanche conosceva... FORSE SI È LIBERATA di ME Ha trovato la sua LIBERTÀ ma non la sua PACE.

E io ora MI RITROVERÒ e cercherò di vivere come ho conosciuto. TUTTO CIÒ MI FA MALE! ORA NON GRIDO MA DENTRO DI ME SENTO IL GRIDO DI QUESTO DOLORE! PERCHÈ HO MERITATO QUESTO!!
  • Listening to: Judas Priest - PAINKILLER
Dicebas quondam solum te nosse Catullum,
Lesbia, nec prae me velle tenere Iovem.
dilexi tum te non tantum ut vulgus amicam,
sed pater ut gnatos diligit et generos.
nunc te cognovi: quare etsi impensius uror,
multo mi tamen es vilior et levior.
qui potis est, inquis? quod amantem iniuria talis
cogit amare magis, sed bene velle minus.


dicevi di amare solo catullo una volta, e di non preferire a me nemmeno giove.
e io ti ho amata non come si ama un'amante, ma come un padre ama i suoi figli.
ora so chi sei: e anche se brucio più intensamente di desiderio,
mi appari sempre più insignificante e vile.
come mai, mi chiedi? poichè un offesa tale [il tradimento]
induce ad amare di più ma a voler meno bene.
  • Listening to: Wish You Were Here
1° Venne a me, con un bacio da serpente, l'Occhio del sole si alzò sulle sue labbra,
    la luce lunare accoglie le mie lacrime d'argento; così giaciamo in un oscuro abbraccio,
     e il seme è gettato in un luogo sacro. E osservai, aspettando l'alba.
     [Iron Maiden: "Revelations"]


2° Cara, cara io non so come dirtelo. Non vorrei essere offensivo.
    Ma tu mi hai veramente rotto i coglioni.
    [Skiantos: "Non ti sopporto più"]
  • Listening to: 12 Stones - Let Go
Se le donne che incontriamo sono stelle del firmamento, stai pur certo che vi é un inizio e una fine.

"Niente dura in eterno"

Se, non noi con quella scelta per la vita, se ti spegnerai con essa, allora potrai dire che:

Era Amore Eterno.

- Evan DeCiren -
  • Listening to: Europe - Love Chaser
  • Playing: Lightwave
BRUCE  LEE

"Sii come l'acqua, che ha forma eppure non ne possiede nessuna. È l'elemento più adattabile sulla terra, eppure riesce a penetrare la roccia più dura. Non ha forma propria, e può prendere quella di qualsiasi contenitore: versata in una coppa, diviene quella stessa coppa.

In un vaso, prende la forma del vaso e arriccia gli steli dei fiori. In una teiera diviene la teiera. Osserva con attenzione l'adattabilità dell'acqua: se viene compressa con forza, si riverserà rapidamente fuori dal recipiente, ma se la versi con calma, uscirà lentamente. A volte può muoversi in modo illogico, perfino correre in salita, perché scegliere qualsiasi via aperta per raggiungere il mare. Può fluire rapidamente o lentamente, ma il suo scopo é inesorabile, il suo DESTINO SICURO."
  • Playing: Max Payne II
Amara Verità, essere circondato dalle 2 e 4 ruote amare la disciplina dei motori dalla nascita, e capire che non sei portato x tutto questo.
Avere il Padre che lavora con i motori, e tu a stento guidi e non passi gli esami di guida…è come essere figlio di un idraulico e affogare in un bicchiere d'acqua.

Capire, che non sei niente alla fine, che forse come ti dicono, non lotti e ti arrendi, sarà. Forse non ho mai lottato, ma se son qui ora è perché conto, perché qualcosa ho dentro e un giorno qualcuno lo scoprirà.

Ho bisogno di vincere le miei idee, di essere più concreto, di guardare avanti, anticipare ciò che mi accade.
Questa "verità" che in parte mi colpisce, se così non fosse, non si chiamerebbe verità, mi preoccupa, mi pone la domande, se in una vita passata, mai ho lottato su un campo di battaglia?
  • Listening to: Elia
  • Playing: With my Future
Un pugno nell'acqua, e poi la discesa nel baratro…

Vieni risucchiato con forza nell'oscurità della consapevolezza di aver sbagliato, di capire che tutto, oggi non è al posto suo, che tu sei nel posto sbagliato, forse per tua scelta o farse no...ma resta il fatto che sei li.
Privo di ogni idee, ma pieno di ideali la vita non ha un fine a se stesso…

Parole confuse queste, di qualcuno che non ha capito niente di se stesso, che ha puntato il dito più in la di quanto doveva, capendo che niente e poi ancora niente, poteva capirlo, eppure pensava di aver visto tutto del mondo, sicuramente, ha visto, ma oggi non ha saputo lottare, semplicemente perché quello che lui non voleva.

E ora basta…tutto si lascia così com'è, sperando solo che un giorno, lui si farà capire, se così non sarà lui rimarrà in quelle cose che il mondo non ha mai ascoltato, ma sentito.
  • Listening to: Poets of the fall
  • Playing: Max Payne &amp; The Fall of Max Payne
  • Drinking: Coca Cola
Citazioni da Max Payne

    * Il sole aveva concluso il suo cammino, mentre l'oscurità si faceva spazio nel cielo, come in un tetro presagio.

    * Lo spettacolo non mi piacque fin da subito... Anche se il destino mi aveva riservato dei posti in prima fila.

    * Infuriava una vera tempesta di neve... Piovevano proiettili di ghiaccio come se il cielo volesse vendicarsi della terra. Tutti cercavano un riparo, come se non ci fosse più un domani...

    * Un virus letale era stato rilasciato nel corrotto sistema circolatorio della città... Qualcosa che non avrebbero dimenticato... Si chiamava Payne.

    * Il vento gelido mi graffiava il volto come rasoi di ghiaccio mentre iniziavo a perdere la sensibilità degli arti... In lontananza ancora loro: le sirene di una intera città che mi stava braccando.

    * [...] non so per gli angeli, ma per gli uomini è la paura che mette le ali.

    * Gognitti si era infilato in un vicolo cieco. I vapori che emergevano dai tombini davano l'impressione che ci fosse l'inferno a bruciare sotto di noi... Era l'ora delle confessioni.

    * Avrei anche riso, se fossi riuscito a ricordarmi come si faceva.

    * Pulcinello era un debole. Nel momento in cui entrai si accasciò come una coppia contro una scala reale... Stava cercando di comprare altra sabbia per la sua clessidra... Ma io non ne avevo da vendere.

    * La verità era una verde fessura bruciante che mi attraversava il cervello... Infinite ripetizioni dell'atto di sparare, il tempo che rallentava per mostrarmi ogni singolo movimento. La paranoica sensazione che qualcuno stesse manovrando ogni mia mossa... Ero in un gioco per computer... Per quanto assurdo, era la cosa più orrenda a cui potevo pensare.

    * Nella Terra dei ciechi l'uomo con un occhio solo è colui che governa.

    * Erano tutti morti. L'ultimo colpo fu come il punto esclamativo a chiusura di tutto quello che era successo. Allentai la presa sul grilletto. Era tutto finito...

    * Il Barista si è lucidato e i sogni sono fatti di negromanti storpi. (sogno di max payne)

Citazioni da Max Payne 2 – The Fall of Max Payne

    * Mentii a me stesso dicendo che era tutto finito, io ero ancora vivo, la mia famiglia no!

    * Il passato è come un buco nero. Puoi provare a scappare, ma più corri, più questo cresce terribilmente alle tue spalle, e lo senti
sfiorarti i talloni. L'unica via di uscita è quella di voltarsi e affrontarlo... Ma è come guardare dentro la tomba della donna che ami.

    * Il passato è come un puzzle, come uno specchio rotto. Mentre lo metti insieme ti tagli, un'immagine riflessa in continuo movimento. E tu cambi con lei. Potrebbe distruggerti, farti diventare pazzo... ma potrebbe anche salvarti.

    * La regola del buco: Non importa quanto tempo ci metti a uscirne, puoi sempre ricaderci in un istante.

    * Quando ti svegli, hai una visione confusa del mondo. Quello che era logico nel sogno diventa insensato. Nessun salvataggio surreale. Nessuna magica via di uscita... ma sei sveglio.

    * Era rimasta una sola cosa da fare. Fui costretto a ridare a Vlad la sua pistola. Un proiettile alla volta.

    * In un incubo ogni scelta che fai è sbagliata.

    * Come sempre siamo d'accordo nel disaccordo. (da Vladimir Lem)

    * Signori e Signore permettetevi di presentarvi Max Payne il più grande collezionista di cadaveri di New York. Cari ospiti preparatevi a morire! (da Vladimir Lem)

    * Sognai mia moglie. Era morta, ma andava tutto bene.

    * Il Dramma di quando si vuole una cosa è la paura di perderla, o non poterla mai avere. Pensare rende deboli.

   Fonte (it.wikiquote.org/wiki/Max_Payn…)
Il caldo dell'asfalto sfocando la strada, quattro luce rossi sono accese una infila all'altra.. e poi eccole diventare verdi e tutti scattano al via…

Questa deve essere la sensazione di un pilota al via di un gran premio, la tensione sale al massimo la concentrazione si focalizza tutto sull'acceleratore e l'adrenalina è al massimo.